Serrature intelligenti

Meroni sceglie Sclak per l'evoluzione dei sistemi di chiusura: la chiave nello smartphone

 

Serrature Meroni sceglie Sclak, società italiana operante nel settore dell’Internet of Things, che ha sviluppato una piattaforma smart completa per il controllo accessi. Con la partnership tra le due aziende nasce il brand Meroni Technology e diversi progetti di prodotto innovativi.

L'obiettivo è quello di offrire ai propri clienti una nuova concezione di sicurezza e aprire nuovi scenari di servizio. La tecnologia consente di affiancare alle chiavi tradizionali un sistema di chiavi digitali gestibili in modo estremamente flessibile, sicuro e semplice attraverso lo smartphone o un portale web-based.

Sclak propone soluzioni consumer, adatte ai privati che desiderano digitalizzare le proprie chiavi meccaniche e soluzioni enterprise integrabili e personalizzabili con i prodotti di terze parti.

L’accordo permette di compiere un passo evolutivo sia in termini di sicurezza sia di servizio coerentemente all’evoluzione dei mercati e agli stili di vita, nel mondo del lavoro e non solo. Dall’esperienza di Serrature Meroni e grazie alle competenze tecnologiche di Sclak, sono nati i due progetti che hanno coinvolto i settori di punta dell’azienda, il mobile e l’automotive.

DiLo è il primo pomolo intelligente di design pensato per il mobile - progettato da Meroni e disegnato da Alessandro Stabile - coniuga design e funzionalità e integra la tecnologia di Sclak. É un sistema di chiusura intelligente (smart lock) gestibile tramite APP (iOS e Android) su smartphone o in caso di sistemi complessi con il portale web-based. DiLo si apre con un gesto semplice: basta un tap sull’icona nell’app per espellere la serratura e attivare l’apertura meccanica del pomolo.

 


Versatile e sicura

L’effetto materico in una porta che guarda il mare

 

Un resort sul Golfo di Savona, un contesto in cui il candore del cemento e la pietra naturale regalano luminosità e freschezza. E’ Synua la blindata del leader Oikos Venezia scelta per proteggere gli ambienti.

Una porta di sicurezza versatile che offre la scelta tra numerosi rivestimenti, apertura a bilico verticale, montaggio complanare, eventuali boiserie (blindate) e prestazioni elevatissime. Ora, infatti, è disponibile anche nella versione a taglio termico e garantisce la classe 3 di serie per l’antieffrazione, isolamento termico U = 1, resistenza al fuoco EI 60 / EI 120, isolamento acustico 38 dB, e aria, acqua e vento rispettivamente fino a 4, 5A e C5.

Nelle foto, Synua con rivestimento a pannello unico linea Venezia Materia monolitico, essenza cemento, tinta liscio chiaro, profilo in alluminio e maniglione corto orizzontale in acciaio.

 


Salvaspazio

Raam la nuova stufa dagli ingombri ridotti di MCZ

 

Con la sua profondità di soli 28,2 cm, Raam by MCZ è una stufa a pellet per i corridoi e in generale per le stanze in cui ogni centimetro in più sarebbe di troppo. È realizzata interamente in acciaio, nero per il corpo, White, Bordeaux, Black o Silver per il frontale dalle linee geometriche.

Ha due uscite d’aria, una sul top, per l’ambiente di installazione, e una canalizzabile, per riscaldare altre stanze, fino a 8 metri di distanza. L’uscita della canna fumaria può essere sul retro, come in foto, oppure sul top, per ridurre ancora di più l’ingombro complessivo.

 


Conceria Superior a Milano

Apre a Milano in via Quintino Sella 3 il primo atelier con un progetto di design dall’approccio ecosostenibile

 

In un prestigioso e suggestivo palazzo storico di Milano, a pochi passi dal Castello Sforzesco, nasce il nuovo atelier milanese di Conceria Superior. Il progetto di ristrutturazione degli spazi è stato curato dallo studio internazionale Aquilialberg Architects e si è sviluppato grazie a un costante dialogo tra Stefano Caponi, amministratore unico dell'azienda, e gli architetti progettisti.

Le premesse della progettazione sono da ricercarsi nell’attenzione che Conceria Superior sta sempre più dedicando a un approccio eco-sostenibile, nonché nel suo Dna storico e nella volontà di generare con il progetto una forte immagine evocativa ed emozionale. Ecco allora che l’azienda si traduce architettonicamente nel nuovo codice che sta caratterizzando il restyling nella sua totalità, coinvolgendo anche l’atelier di Milano.

Il concept si sviluppa partendo da un input legato direttamente alla pelle: il suo effetto morbido e ondulatorio, in balia di tensioni in più direzioni. Il progetto diventa una struttura-installazione in alluminio riciclato al 100% che, con il suo ritmo frammentato e il suo andamento fluido, abbraccia sia il passato sia il presente di Conceria Superior con uno slancio proiettato verso il futuro.

All’ingresso, una parete scultorea fortemente caratterizzata è il preludio del tema ricorrente dell’Atelier: il movimento che con il suo linguaggio rimanda alla pelle, reinterpretata architettonicamente nella sua fluidità, in un ritmo alternato di pieni e vuoti.

Una ripetizione di elementi verticali in movimento ondulatorio si sviluppa su tutte le pareti in un gioco continuo di luci ed ombre, una vera e propria quinta scenica che dialoga in più direzioni interagendo con le pelli esposte.

Le pelli a loro volta, sono appese a ganci dorati che emergono sinuosi tra le fasce della struttura, alternandosi in soluzione di continuità.

 


Gioco di forme

Vivere la zona living circondati da complementi di forte ispirazione artistica. Con il tavolo Art di Bonaldo, il richiamo a opere scultoree contemporanee è frutto di una sperimentazione stilistica che si affida a un dialogo profondo ed elegante tra estro creativo, ricerca materica e progettualità.

Il tavolo disegnato da Gino Carollo, regala un effetto scenico che non rinuncia alla funzionalità e al comfort di casa. La sua personalità emerge per le forme scultoree delle gambe a incastri che, con dinamismo ed armonia, lo rendono protagonista della scena.

Art è espressione di un'intuizione progettuale lucida e razionale, un tavolo che prende ispirazione da un mondo geometrico e che riesce a dar vita a un originale gioco di forme. Un trapezio in metallo si sviluppa diagonalmente rispetto al piano, ottimizzando l'ingombro a favore di uno spazio di utilizzo maggiore. A garantire la stabilità, si uniscono al trapezio due gambe che possono essere personalizzate con inserti nella stessa finitura del piano.

 


Trame d'oro

Lussuoso, glamour, in alcuni casi eccentrico. Stiamo parlando del colore oro, uno dei must di quest’inverno per la moda, che diventa protagonista anche nell’arredo per donare un tocco speciale agli ambienti in occasione delle feste, e non solo.

I bagliori del metallo più pregiato risplendono nei modelli realizzati da Illulian. A intingersi in un bagno d’oro sono Flex, Lacy, Rockwell, Memento, Spirit e Clem Clem, i cui pattern si impreziosiscono ora di un effetto total gold ora di un raffinato abbinamento con il bianco o il grigio perla, così da rendere unico e distintivo ogni ambiente.

Annodati e cardati a mano, i modelli di Illulian colpiscono per l’appeal cromatico ottenuto dai brillanti colori vegetali utilizzati e possono essere realizzati in due qualità, Platinum 120 e Gold 100. Platinum 120, che rappresenta la linea più esclusiva, si caratterizza per l’utilizzo di lana e seta di qualità filate a mano e una lavorazione complessa - ben 180.000 nodi/m2 - che riesce a creare delle “scolpiture” con effetti molto scenografici. Gold 100, propone tappeti realizzati in lana e seta, sempre di grande fascino ma con una densità di 152.000 nodi/m2.

 


Firenze Light Festival

A Firenze, Linea Light Group firma le scenografie natalizie di Palazzo Vecchio

 

Fino al 6 gennaio, in occasione dell’evento Firenze Light Festival, le soluzioni illuminotecniche dell’azienda di Linea Light Group creano suggestive atmosfere natalizie in linea con il mood del festival che celebra il genio creativo di Leonardo.

Per la realizzazione del concept del progetto, un’illuminazione che richiama elementi tipici dell’atmosfera natalizia come per esempio la neve che cade dal cielo e le luci delle candele che rischiarano la notte, è stata messa a punto una duplice scenografia.

Per la zona del camminamento di ronda del Palazzo, una maglia luminosa formata da 220 Pixie Pixel Rgbw (piccoli apparecchi a Led di forma circolare con tecnologia Rgbw e controllo integrato a 4 canali per la gestione diretta del colore e della sua dimmerazione), disposti a creare un reticolato luminoso che occupa tutto lo spazio a disposizione.

Per realizzare l’effetto candela accesa della Torre di Arnolfo, la seconda scenografia prevista nel progetto illuminotecnico, Linea Light Group ha creato tre diverse situazioni illuminotecniche. La prima all’interno della passerella di camminamento della torre, dove sono state posizionate barre Xenia Rgbw con ottica ellittica orientate verso la facciata: l’effetto sarà quello di una base infuocata, molto luminosa, che funge da principio della fiamma.

Per illuminare i pilastri sono state scelte le barre Archiline_W Pro Rgbw con ottica ellittica.

Infine, all’interno dell’alloggio delle campane, proiettori Prolamp Rgbw a emissione diffusa sfumano la luce verso l’alto, dando l’effetto di una piccola fiamma che brucia.

L’impianto di controllo di entrambe le installazioni è stato sistemato nella Sala delle Carceri che si trova nella parte sottostante della torre.

Photo courtesy: Palazzo Vecchio e F-Light in collaborazione con MUS.E

 


IdeasxWood2018

La prima edizione del Design Contest organizzato da Tabu

Tabu organizza e promuove la prima edizione del Design Contest IdeasxWood2018 per la progettazione di disegni geometrici, organici o combinati finalizzati alla realizzazione di piallacci multilaminari formato 650x3.060 mm; alla realizzazione d’intarsi industriali sia su piallacci naturali tinti sia su piallacci multilaminari (o liberamente accostabili) per la produzione di pannelli formato 1.260 x 3.060 mm; allo sviluppo di superfici tridimensionali realizzati con la tecnica di impressione a rilievo o del bassorilievo per la produzione di pannelli formato 1.260 x 3.060 mm; manufatti, mobili, oggetti o complementi d’arredo realizzati con l’impiego di superfici Tabu.

Le soluzioni presentate (termini di consegna tassativamente entro le ore 12,00 del 15 marzo 2019) dovranno essere originali e inedite, finalizzate a valorizzare le lavorazioni dell’azienda. Saranno valutate qualità estetica della presentazione, considerazioni circa la fattibilità economica del progetto e attenzione all’impatto ambientale con l’impiego di legno/piallaccio certificato FSC.

La domanda di partecipazione al concorso (scaricabile dal sito www.ideasxwood.it dovrà essere effettuata compilando l’'apposito allegato e inviandolo all’indirizzo di posta elettronica tabu@pec.confindustriacomo.it e in copia conoscenza a info@ideasxwood.it.

Maggiori informazioni al sito www.ideasxwood.it.

 

 


I toni dell'autunno

Dowtown è la nuova linea della collezione Topzstone di Guidoni, superfici in quarzo naturale, ispirata ai colori caldi dell’autunno

 

Bianco, nero, grigio e marrone. Ecco le tonalità che il Gruppo Guidoni reinterpreta con Downtown, la nuova collezione nella linea TopzStone, fiore all’occhiello dell’azienda brasiliana.

La palette dei colori è stata selezionata per creare ambienti contemporanei, alla ricerca di uno stile di vita più pulito ed essenziale, dove si esaltano la purezza della linea e l’eleganza dei materiali.

Composta da 15 diverse interpretazioni, la collezione unisce l'esperienza industriale di Guidoni alle caratteristiche intrinseche del quarzo naturale: zero porosità; qualità; durata superiore; elevata resistenza; diminuzione della proliferazione di muffe e batteri; praticità e facilità d'uso, pulizia e manutenzione.

Downtown, prodotto col 93% di quarzio naturale e una miscela di resine che lo rendono impermeabile, è garantito 25 anni.

 


Casa del Infinito

Essential Scorrevole di Scrigno è protagonista della Casa del Infinito di Cadice, una costruzione che, come un molo, si protende verso l’Oceano Atlantico, aprendosi verso orizzonti sconfinati e in cui le soluzioni offerte dall’azienda si fondono negli ambienti per enfatizzare quel senso di continuità che è essenza stessa del progetto: un piano infinito di fronte al mare infinito.

Opera di Alberto Campo Baeza, la casa si erge come un podio coronato da un piano orizzontale superiore in travertino romano che si sporge sulla spiaggia di sabbia, realizzato costruendo una cassa di 20 metri di larghezza e 36 metri di profondità.

Al di sotto dei primi 12 metri, si sviluppano i locali residenziali in due piani scavati nella pietra, materiale che domina l’intera struttura fino al muro di entrata che la separa dalla strada, infondendo un senso di solidità. Attraversato il muro, l’accesso all’interno avviene tramite delle scale scavate nel piano della nuda piattaforma, arginata su tre lati da paratie in muratura che proteggono dal vento.

La ricercatezza della struttura architettonica è ripresa con altrettanta cura nell’interior design, con scelte oculate dal punto di vista estetico e funzionale. In tal senso, alla ricerca di una soluzione in grado di dividere i locali senza invadere gli spazi, il progettista ha optato per Essential Scorrevole di Scrigno per separare i bagni privati e le stanze guardaroba cui si accede direttamente dalle singole camere da letto collocate al piano terra.

Un sistema in grado di soddisfare appieno le istanze specifiche di questo progetto, selezionato in virtù dell'eleganza e della possibilità offerta dalla linea Essential di eliminare stipiti e cornici coprifilo, creando una fusione tra porta e parete che genera un continuum tra gli ambienti. In sintonia con il carattere del progetto queste soluzioni sono connotate da linee nette e pulite, un minimalismo che riecheggia anche nella scelta delle finiture in laccato bianco.

Al primo piano, Essential Scorrevole in versione anta singola è stata utilizzata per separare la cucina dal vestibolo centrale, sormontato da un lucernario attraverso cui l’illuminazione naturale si diffonde nelle stanze. Da questa zona si accede direttamente alla sala da pranzo tramite un ampio varco che libera lo sguardo verso una vetrata attraverso cui è possibile distinguere il panorama esterno. Un passaggio che, all’occorrenza, può essere chiuso grazie a Essential Scorrevole in versione anta doppia, per definire un contesto di privacy in una stanza che si apre all’infinito.

 


Egitto. Changing Landscape. Geneaologia

Ufficio delle Relazioni Culturali e Didattiche dell'Ambasciata della Repubblica Araba d'Egitto

Via delle Terme di Traiano 13 – Roma – Dal 13 dicembre 2018 al 3 gennaio 2019

 

L'ufficio delle Relazioni Culturali e Didattiche dell'Ambasciata della Repubblica Araba d'Egitto a Roma, ospita Egitto - Changing Landscape – Genealogia.

Una mostra che racconta l'Egitto della contemporaneità attraverso l'architettura, e la fotografia. A Soknha sul Mar Rosso si sta costruendo Il Monte Galala una città e la sua moschea progettate da GianlucaPeluffo&Partners, architetti italiani che attraverso i loro edifici rivelano genealogie misteriosamente affini tra Europa e Africa.

Barbara Rossi con Changing Landscape da due anni ricerca fotograficamente le trasformazioni del paesaggio sulle rive del Mar Rosso.

Orario visite: 10.00-16.00 lunedì-giovedì / 10.00-14.00 venerdì / sabato domenica e festivi chiuso.

 


Ammirare il panorama

Le soluzioni made in Italy KE per L’Abri Côtier, esclusivo ristorante nel porto di Calvi, in Corsica

 

Regalare ai propri ospiti momenti conviviali piacevoli, offrendo una vista sul golfo di Calvi: queste esigenze hanno spinto i proprietari de L’Abri Côtier a scegliere le soluzioni KE per il loro outdoor, aumentando di conseguenza la superficie ricettiva del ristorante.

Il progetto curato dal KE Store Bâches Diffusion Bretagne con la supervisione del PMO KE, ha individuato in Roomy con tenda Gennius T1 e optional vetrate panoramiche la soluzione ideale, grazie anche al design e alla tecnologia made in Italy, in linea con i canoni stilistici dell’esclusiva location.

La struttura, infatti, permette di gestire la luce del sole nella maniera più efficace possibile, con una doppia funzione: da una parte, si conferisce maggiore luminosità alla terrazza e le micro-perforazioni del tessuto Soltis 92 di cui sono composte le tende consentono una ventilazione naturale dei locali; dall’altra, il tetto è richiudibile a impacchettamento in caso di giornate nuvolose.

In più, Roomy è resistente anche al vento e ad altri agenti atmosferici, abbastanza comuni in un posto di mare. Il tutto rifinito da vetrate panoramiche che permettono di ammirare il panorama di circostante e di poter rilassarsi vista mare, “à l’abri” (all’aperto), come dice il nome stesso.